ancora e ancora

img20191226_19004048

questo lavoro su “Il Cane e al Bambina” è lunghissimo, tocca corde intime e profonde, ha bisogno di pensieri e ripensamenti…inserisco oggetti che hanno significati e memoria, raccontano luoghi e situazioni…e non so ancora dove mi porteranno, ora, per la prima volta compare il nome del Cane

this work on “The Dog and the Baby” is very long, it touches intimate and deep strings, it needs thoughts and second thoughts … I insert objects that have meanings and memories, they tell places and situations … and I still don’t know where they will take me, now, for the first time the name of the Dog appears

Buon Natale

Grechetto_1645_LadorazionedeiPastori_wg

Scelgo due immagini di due dei più grandi artisti del seicento genovese, “il secolo d’oro di Genova”,  per augurarvi un Natale pieno di armonia e dolce introspezione, di un poco di silenzio simbolo di serenità e ascolto in sintonia con l’Universo.

Le Pastel vi abbraccia con grande affetto, non mi sento all’altezza di poter comunicare con un mio disegno la bellezza del momento del Natale, al di là di essere o meno credenti in una religione. Nel Natale c’è la magia della nascita e delle rinascita, dell’ascolto, del donarsi, del farsi parte del Tutto. Così, vi regalo due meravigliose nascite, quella del Grechetto e quella di Valerio Castello.

Buon Natale amici!

La Madonna del velo_castello

I choose two images of two of the greatest Genoese artists of the seventeenth century, “the golden century of Genoa”, to wish you a Christmas full of harmony and sweet introspection, of a little silence symbol of serenity and listening in harmony with the Universe .

Le Pastel embraces you with great affection, I do not feel up to being able to communicate with my design the beauty of the moment of Christmas, beyond being or not believing in a religion. In Christmas there is the magic of birth and rebirth, of listening, of giving oneself, of being part of the Whole. So, I give you two wonderful births, that of Grechetto and that of Valerio Castello

Merry Christmas Friends!

 

Je choisis deux images de deux des plus grands artistes génois du XVIIe siècle, “le siècle d’or de Gênes”, pour vous souhaiter un Noël plein d’harmonie et de douce introspection, d’un petit silence symbole de sérénité et d’écoute en harmonie avec l’Univers .

Le Pastel vous embrasse avec une grande affection, je n’ai pas envie de pouvoir communiquer avec mon peinture la beauté du moment de Noël, au-delà d’être ou de ne pas croire à une religion. A Noël, il y a la magie de la naissance et de la renaissance, de l’écoute, du don de soi, de faire partie du Tout. Je vous donne donc deux merveilleuses naissances, celle de Grechetto et celle de Valerio Castello.

Joyeux  Noël!

!

Volevo fare la rockstar

sono senza televisione, mai avuta, mai desiderata, però, ho scoperto (mi hanno fatto scoprire) Rai play e talvolta la sera navigo nel web e guardo qualcosa…ho visto alcuni episodi di una divertente serie, molto delicata e simpatica con un delizioso Giuseppe Battiston. Alla terza puntata dove le protagoniste commentano un libro, mi sono accorta che è un libro che scrissi e illustrai anni fa, e che lo stesso è inserito nella sigla di apertura. Mi ha fatto molto piacere non per soddisfare il mio ego ma per supporre che i miei disegni e i miei racconti possono emozionare e far sognare i bambini…bel mestiere mi sono detta, a discapito dell’enorme fatica che faccio e ho fatto per trovare lavoro, far vedere i miei disegni, far leggere i miei testi…mondo difficile quello dell’editoria, ma che incanto disegnare!

dedicato a Pendolante 2

img20191113_17385062

dedicato a Pendolante…partendo dalla stazione: al mattino aspetto il mio trenino su questo binario che mi piace molto, là in fondo c’è un’area dismessa e abitatissima da un sacco di uccellini che si alternano nel corso delle stagioni

dedicated to Pendolante … starting from the station: in the morning I wait for my train on this track that I really like, there is an abandoned area at the end and inhabited by a lot of birds that alternate over the seasons

img20191113_17394934

mi accomodo (per modo di dire, talvolta sono scomodissima) e inizio a curiosare i miei compagni di “pendolo”
I sit down (in a manner of speaking, sometimes I am very uncomfortable) and I begin to look around my “pendulum” companions

img20191113_17414757

devo essere velocissima: da qualche tempo prediligo una penna con pennino sottilissimo e a volte un poco di pennarello grigio per le ombre. Naturalmente nessuno si accorge di niente…spesso parlano al telefono e “mi” raccontano un sacco di storie…

I must be very fast: for some time I have preferred a pen with a very thin nib and sometimes a little gray felt-tip pen for shadows. Of course nobody notices anything … they often talk on the phone and “tell me” a lot of stories …

img20191113_17404649.jpg

…carino iniziare così la giornata, no?

 … nice start the day like that, right?

Incipit

img20191103_16220303

“Nacquero tutti e due lo stesso giorno, il Cane e la Bambina. Era la fine dell’inverno, quando le giornate si allungano e gli alberi mettono le prime foglie, tenere e verde chiaro. Non era giorno, in verità, ma notte….”

“They were both born the same day, the Dog and the Baby. It was the end of the winter, when days get longer and trees put on their first, soft and pale green leaves. It wasn’t day, in truth, but night…”

The Dog and the Baby…

img20191006_17065220

Grazie infinite a Michael Scandling “Amaga photography blog”, grande fotografo che mi ha permesso di ispirarmi ad una sua foto per “Il Cane e la Bambina”, li ho fatti entrare in un suo paesaggio.
Many thanks to Michael Scandling “Amaga photography blog”, a great photographer who allowed me to draw inspiration from his photo for “The Dog and the Girl”, I let them enter his landscape.

The Dog and the Baby

img20190830_18273541

sto illustrando un mio vecchio testo che narra il legame che può esistere tra un animale e un essere umano. Qui si racconta di un Cane e una Bambina nati lo stesso giorno e cresciuti assieme. L’amore, la condivisione, la profondità e la spontaneità che si può creare. Il tempo passa e ogni specie ha un suo Tempo. Racconto del dolore, della perdita, della mancanza che apre un abisso di solitudine. C’è un posto speciale nel nostro animo dove può entrare il nostro compagno di altra specie, chi ha la fortuna di vivere con uno di loro lo sa bene. Lo dedico al mio amato Liam ma anche a tutti coloro che sanno amare e ricevere amore.

I am illustrating an old text of mine that tells the link that can exist between an animal and a human being. Here it tells of a Dog and a Girl born the same day and raised together. Love, sharing, depth and spontaneity that can be created. Time passes and each species has its own Time. Tale of pain, loss, lack that opens an abyss of solitude. There is a special place in our soul where our companion of other species can enter, whoever is lucky enough to live with one of them knows it well. I dedicate it to my beloved Liam but also to all those who know how to love and receive love.

Je suis en train d’illustrer un mon vieux texte qui indique le lien qui peut exister entre un animal et un être humain. Ici, il est question d’un chien et d’une fille nés le même jour et élevés ensemble. Amour, partage, profondeur et spontanéité qui peuvent être créés. Le temps passe et chaque espèce a son propre Temps. Conte de douleur, perte, manque qui ouvre un abîme de solitude. Il y a une place spéciale dans notre âme où notre compagnon d’autres espèces peut entrer, celui qui a la chance de vivre avec l’une d’entre elles le sait bien. Je le dédie à mon cher Liam mais aussi à tous ceux qui savent aimer et recevoir de l’amour.